martedì 8 luglio 2014

LA PATENTE & UNA BIONDA - Vol.3: LA PRIMA VOLTA: METTI LA PRIMA,TOGLI LA PRIMA

Come per tutto c'è sempre una PRIMA VOLTA... 

Mi dirigo in autoscuola con la voglia di saltare in sella, ma col terrore di non saper mettere la prima.Eppure con la moto di mio fratello ci sono riuscita...ma non ho osato mettere la seconda. Troppi cavalli nella Bionda Ducati.

Mi presento puntuale per conoscere il mio istruttore: Roberto, segni particolari: sulla sua polo una scritta "FOLGORE". Sono pronta a ingrassarmi il viso e a stare zitta, zittissima. Sono pronta a strisciare nel fango, a rispondere "Sí, signor sí, SSSignore".

Ci portiamo nel grande piazzale di San Siro e dopo le informazioni di carattere teorico/pratico, mi dice "Vai!"
Come "Vai?". Siamo sicuri? Sola? Senza cuscini, senza istruttore?. OK...

Metto in moto e, prima di scatenare la potenza, Roberto si raccomanda: "Bionda! Ricorda la regola n°1: Non devi cadere!". Faccio chi opportuni scongiuri, ripeto velocemente a mente gli step folle, prima, accelleri, seconda, guarda sempre avanti, si dolce nel frenare, la punta mi raccomando la punta...". Troppe cose tutte insieme. Parto (con qualche saltello non lo nego) e magicamente riesco anche a fermarmi senza danni collaterali. 

Vi dirò mi son sentita phiga. Ed è proprio quando mi sento phiga che rallento, mollo la frizione e dopo qualche singhiozzo della Kawasaki perdo rovinosamente l'equilibrio e volo per terra. Veloce come un gatto che sta per essere lasciato sull'asfaltobalzo fuori dalla moto, lasciandola pietosamente a terra.

Mi alzo sorrido a 360° e con occhioni colpevoli guardo l'istruttore che amorevole mi dice: "Dai così ci siamo tolti la caduta". Risalgo in sella e timida chiedo: "Posso andare di pancia, troppe regole mi confondono, probabilmente il biondo, però mi confondono...".

Roberto acconsente. Ed è lì che la bambolina e io entriamo in confidenza. Lei non ha paura di me e io non l'ho di lei. Le gambe si rilassano e accompagnano il movimento delle due ruote, le spalle si distendono evitando che la cervicale si incricchi e riesco a guardare avanti.
That's AMORE! Riesco anche a mettere la seconda in scioltezza, evitare il muro e finire la lezione con un unico livido. Mentre scorrazza libera per il piazzale mi sento invincibile come Batman, ma con il matello fluo. 

Ecco la prove senza tagli,spegnimento compreso...#Blondie #nofilter





La prossima lezione: prova su strada... forse non sono stata così pessima, ma attenti a voi se vedete un Fluobatmantello!
Blondie 

VEDI ANCHE:

LA PATENTE A & UNA BIONDA - vol.1


LA PATENTE A & UNA BIONDA - vol.2: ODE AL FOGLIO ROSA

Nessun commento:

Posta un commento